Premio per il contributo di innovazione più significativo dell’ European Radar Conference (EuRAD) 2015 al nuovo sistema di sorveglianza sviluppato dal Laboratorio Nazionale di Reti Fotoniche del CNIT

L’importante riconoscimento, comprendente un premio di 3000 €, è stato consegnato venerdì 11 settembre a Parigi al Palais des Congrès durante la cerimonia di chiusura della Settimana Europea dedicata alle Microonde (EuMW 2015), ad un gruppo di ricercatori appartenenti all’area di “Digital & Microwave Photonics” del Laboratorio Nazionale di Reti Fotoniche del CNIT, per la realizzazione di un innovativo sistema di sorveglianza.

Il contributo premiato si intitola: “Coherent Radar/Lidar Integrated Architecture” e riguarda lo sviluppo di un sistema di sorveglianza eterogeneo che per la prima volta nello scenario internazionale, combina nello stesso hardware sensori RF (radar: Radio Detection And Ranging) che fanno uso della fotonica per ottenere prestazioni superiori, e sensori ottici (lidar: Light Detection and Ranging).

L’uso combinato di questi due tipi di sensori con caratteristiche complementari, permette un riconoscimento della scena più preciso e affidabile.

Inoltre la condivisione dello stesso hardware ottico porta ad una riduzione del consumo di potenza che permette di aumentare il tempo di autonomia di sistemi mobili funzionanti a batterie, come nel caso di sensori montati su aeromobili a pilotaggio remoto.

Il lavoro premiato rappresenta l’ultimo tassello di un’attività iniziata dal gruppo “Digital & Microwave Photonics” del Laboratorio Nazionale di Reti Fotoniche del CNIT solo sei anni fa e che ha già ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali e inviti a presentare i risultati ai principali eventi e riviste scientifiche internazionali, tra cui vanno ricordate una pubblicazione sulla prestigiosa rivista NATURE nel 2014, un intervento invitato sull’importante mensile IEEE Microwave Magazine nel 2015, e un invito a tenere la cerimonia di apertura con un intervento sulla fotonica per i sistemi radar e di guerra elettronica, all’ International Microwave and Optoelectronic Conference 2015 in Brasile.

Il premio è stato ritirato dal primo autore del lavoro che lo ha anche presentato durante l’evento. Si tratta di Daniel Onori, studente di dottorato della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e afferente al Laboratorio Nazionale di Reti Fotoniche del CNIT.

Gli altri autori del lavoro sono i ricercatori Francesco Laghezza, Filippo Scotti e Mirco Scaffardi, e la Prof.ssa Antonella Bogoni.

Share this Post: