Antonella Bogoni presenta il Progetto ROAM su QN

Domenica 5 Febbraio 2017, a due anni esatti dall’inizio delle attività, è apparso sulla Nazione un articolo della Prof.ssa Antonella Bogoni della Scuola Superiore Sant’Anna, che presenta il Progetto ROAM del CNIT, e le sue innovative “schegge di silicio”.

ROAM, acronimo di “Revolutionising optical fibre transmission and networking using the Orbital Angular Momentum of light”, è un progetto di ricerca altamente innovativo, finanziato dalla Comunità Europea all’interno del programma Horizon2020, e coordinato dal Laboratorio Nazionale di Reti Fotoniche del CNIT sotto la guida della Prof.ssa Bogoni. L’obiettivo del progetto è la “scrittura” e l’utilizzo di particolari e innovative schegge di silicio in grado di far viaggiare al loro interno la luce, e di imprimere, riconoscere e manipolare una proprietà molto particolare della luce stessa: il momento angolare orbitale. Tale proprietà, come spiegato nell’articolo in oggetto, può essere sfruttata come nuovo dominio di aggregazione dei dati trasportati dalla luce contribuendo a rendere sempre più veloce l’Internet del futuro.

Leggi l’articolo in allegato.