Autorità Portuale di Livorno – CNIT: laboratorio congiunto premiato nell’ambito della fiera del digitale SMAU a Firenze

“Il Centro Servizi Innovazione (Direzione Sviluppo e Innovazione, Autorità Portuale di
Livorno) vince il premio Innovazione SMAU 2016”

Nell’ottobre 2015 l’Autorità Portuale di Livorno ed il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni (CNIT) hanno firmato una convenzione per la realizzazione di un laboratorio congiunto, avente sede presso il Porto di Livorno, con la finalità di supportare l’attività di innovazione ICT del Sistema Porto.

Il laboratorio intende strutturare, a partire dalle componenti non commerciali, un “Centro Servizi d’Innovazione per la Portualità e la Logistica (CSI-PL, Direzione Sviluppo e Innovazione)”, rivolto alla realtà toscana nel suo complesso, con l’obiettivo di servire da riferimento per la definizione e l’implementazione dell’agenda strategica regionale.

Il CSI-PL si occupa della riorganizzazione del Sistema Porto dal punto di vista telematico. L’obiettivo è quello di erogare i servizi più innovativi alle Comunità Portuali con risorse digitali proprie.

Il CSI-PL si è così dotato di un’agenda strategica incentrata sugli open data, sull’integrazione dei processi operativi nelle piattaforme informatiche portuali e sul coinvolgimento delle Comunità Portuali nell’implementazione delle funzioni e dei servizi. In particolare, l’area tecnica dell’agenda si occupa di creare le infrastrutture adatte per consentire una gestione e una supervisione digitalizzata di tutto il sistema portuale, attraverso quindi la realizzazione di una connessione a banda larga fra Porto e Interporto, la creazione di una intranet orientata al testing e alla validazione sul campo di soluzioni scientifiche e industriali e allo sviluppo di una “Piattaforma Logistica Integrata” fondata sulle comunicazioni veicolari e il tracciamento merce. Tutto questo a maggior vantaggio e futura integrazione sulla piattaforma informatica (già operativa) del “Tuscan Port Community System (TPCS)” che permette di regolare e monitorare costantemente il passaggio e la logistica delle merci in entrata e in uscita dal porto.

Il centro servizi ha inoltre sviluppato la “Monitoring and Control Application (MONI.C.A.)” per la misura di variabili ed eventi di interesse per il complesso del Sistema Porto (presenze d’imbarco, dati meteo, sensori d’inquinamento, sorveglianza, infomobilità, ecc.). Il sistema si caratterizza per l’interfaccia con il PMIS, la National Maritime Single Window, portale istituzionale del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, e rende in tempo reale ed in 3D la posizione e le caratteristiche delle navi in prossimità del porto.

MONI.CA propone già da oggi interfacce aperte per la sensoristica IoT e supporta la comunicazione Machine-to-Machine secondo le architetture ed i protocolli già standardizzati dalla European Telecommunications Standards Institute.

L’obiettivo è quello di rendere le piattaforme digitali portuali più standard, sicure, affidabili ed aperte alle varie comunità digitali (smart communities), capaci di offrire servizi a valore aggiunti agli utenti, siano essi operatori portuali, terminalisti, armatori, istituzioni, enti di controllo o passeggeri.

L’8 Luglio 2016, nell’ambito dell’evento SMAU Firenze 2016, il CSI-PL è stato identificato come una delle “realtà d’eccellenza del territorio” per l’innovazione ed il trasferimento tecnologico, aggiudicandosi il premio Innovazione SMAU (SMAU è l’evento che raccoglie gli operatori dell’ecosistema digitale e ICT, la parte migliore delle startup italiane, importanti Università, Business school e tutte quelle realtà che stanno lavorando nell’ambito dell’innovazione).

Share this Post: